sabato 9 luglio 2016

NO AI TRASFERIMENTI ALL'ESSELUNGA!



La C.U.B. di Pavia oggi è in presidio all’Esselunga di Voghera per dire NO  al trasferimento di un lavoratore presso un altro negozio di un’ altra regione d’Italia.

Non accettiamo il trasferimento perché non condividiamo il metodo usato e, inoltre, avviene in seguito al nostro presidio del 9 Giugno presso il negozio di Voghera dove chiedevamo l’adesione al nostro sciopero per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro scaduto da circa due anni.

Ci risiamo….. I TRASFERIMENTI  piovono come tegole sulla testa dei lavoratori e le lavoratrici di Esselunga costretti a riorganizzare la propria vita con spese ulteriori che graveranno sul bilancio familiare.

Chiediamo di avere un dialogo con la dirigenza di Esselunga, ma se non ci saranno segnali di apertura nei nostri confronti siamo pronti a continuare la lotta, perché i diritti non possono essere cancellati, cosi come non si può stravolgere la vita di un lavoratore o di una lavoratrice senza aver prima cercato tutte le soluzioni.

Ai lavoratori e alle lavoratrici di Esselunga chiediamo solidarietà per i colleghi sottoposti a trasferimento coattivo, perché è una situazione che in futuro potrebbe capitare a chiunque.

Ai clienti di Esselunga chiediamo appoggio perché anche voi siete lavoratori e lavoratrici e nessuno desidera ricevere all’improvviso trasferimenti obbligatori presso altre sedi di lavoro.



PASSA DALLA TUA PARTE PASSA ALLA C.U.B.

Nessun commento: