mercoledì 2 aprile 2014

Pensioni ferrovieri: ancora un presidio. 9 aprile 2014 al ministero dell'Economia

Al ministero  è in decisione la destinazione delle risorse per la correzione della riforma Monti-Fornero. Per la vertenza pensioni, per la sicurezza e l'orario di lavoro, SCIOPERO 24 ore,  sabato 12 aprile, dalle 21,00.

Palazzo delle Finanze, facciata di via XX SettembreRoma, 1 aprile 2014 - Mercoledì prossimo, 9 aprile, un nuovo appuntamento di sensibilizzazione e protesta per l'individuazione di correttivi adeguati, nella definizione del Dpef, alla modifica delle norme sulle pensioni introdotte con la sciagurata riforma Monti-Fornero.


Invitiamo quindi i ferrovieri - con particolare riguardo a quelli più agevolati, residenti a Roma e nel Lazio - a partecipare al presidio che si terrà tra le 10 e le 14, assieme ai lavoratori cosiddetti 'esodati', per sollecitare l'individuazione delle risorse necessarie e sostenere l'approvazione in parlamento del testo unificato della proposta di legge già approvata in Commissione Lavoro e posta in calendario alla Camera per il 14 aprile.

L'appuntamento è a Roma, possibilmente in divisa, davanti al Ministero dell'Economia in Via XX Settembre, (a circa 800 metri dalla Stazione Termini) dove una nostra delegazione chiederà di essere ricevuta dal ministro.


E' superfluo ricordare che la mobilitazione e la partecipazione sono i prerequisiti indispensabili per ottenere ascolto da parte delle istituzioni e prefigurare una soluzione positiva della vertenza che è appena iniziata. La rivista approva e sostiene lo sciopero di 24 ore, proclamato sul tema delle pensioni, sull'orario di lavoro, la sicurezza e contro i licenziamenti, dalle 21 di sabato 12 alla stessa ora di domenica 13.

Nessun commento: