domenica 10 agosto 2014

Pubblichiamo volentieri questo comunicato dell'USI (Unione Sindacale Italiana) e invitiamo tutti a un'ampia mobilitazione di solidarietà

Comunicato

Dopo il licenziamento in tronco di due lavoratori affetti da problemi di salute e con un'anzianità di servizio di oltre 20 anni, l'Amministrazione leghista insediatasi al San Paolo nel 2011 vuole ora disfarsi dei sindacalisti che stanno difendendo i lavoratori lasciati a casa, mandandoli in commissione disciplinare.


Le motivazioni che hanno comportato il licenziamento senza neanche il preavviso di questi 2 dipendenti, in altri momenti sarebbero state sanzionate con qualche giorno di sospensione, mentre le contestazioni addebitate ai due sindacalisti USI sono: l'aver violato gli “obblighi del dipendente” sino ad aver impedito al dirigente del Sitra di attendere alla propria attività lavorativa...., perseguibili penalmente, secondo l'avv. Vigezzi dell'Azienda, con arresto fino ad un anno.

I fatti si riferiscono alla giornata del 21 maggio 2014 quando, al termine di una Assemblea Generale dei Lavoratori indetta da USI e FSI, alcuni delegati decisero di presidiare l'Ufficio del Sitra per denunciare i metodi repressivi nella gestione del personale, la mancanza di regole sulla mobilità, sulla libera professione, il ricorso massiccio dell'arma disciplinare e dei licenziamenti, contro il ritorno nelle corsie delle agenzie di somministrazione di personale, nuovo caporalato attuato sulla pelle degli operatori sanitari.

LUNEDI'  11  Agosto PRESIDIO PERMANENTE AD OLTRANZA, presso la Sede Sindacale dell'Ospedale San Paolo
Raffaele in sciopero parziale della fame dal 16 luglio '14
entrerà in sciopero totale

Durante lo svolgimento del Presidio verranno promosse iniziative culturali,  proiezioni, dibattiti ecc. e continuerà la sottoscrizione della petizione a sostegno dei 2 dipendenti lincenziati e dei sindacalisti inquisiti (già 556 firme di lavoratori e utenti sono state fatte recapitare alla Dirigenza dell'ospedale). Martedì 19 agosto invece, presso il Tribunale Civile di Milano, si svolgerà la prima udienza della causa di lavoro di Raffaele.


INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO È PER CHI CHIUDE I POSTI LETTO E REPARTI OSPEDALIERI, NON PER CHI RIVENDICA ASSUNZIONI  E QUALITÀ DELL'ASSISTENZA.

Invitiamo tutti i lavoratori e i cittadini a passare dal PRESIDIO e a manifestare tutta la solidarietà possibile, perchè Raffaele non deve rimanere solo.

Segreteria Aziendale USI-Sanità Ospedale San Paolo - Milano





Prendi il volantino

Nessun commento: