mercoledì 2 settembre 2015

Dal sito laleggepertutti.it : Legge 104, le agevolazioni fiscali

Guida agli incentivi disponibili per i disabili beneficiari della Legge 104.


 Di Noemi Secci


La normativa fiscale riconosce diverse agevolazioni ai disabili ed ai loro familiari, per compensare, almeno in piccola parte, i pesanti svantaggi derivanti dalla condizione d’invalidità. In questo breve vademecum, analizzeremo i principali incentivi fiscali per chi beneficia della Legge 104.

Agevolazione Legge 104 per l’acquisto di veicoli
Per quanto riguarda l’acquisto dell’auto, la normativa prevede 4 tipologie di benefici, tra loro cumulabili:
– il costo del veicolo può essere detratto, al 19% (per una spesa massima di 18.075,99 Euro), dall’Irpef( andrà, ovviamente, indicato nella dichiarazione dei redditi); la detrazione può essere effettuata in un’unica soluzione o in 4 quote;
– pagamento dell’Iva sull’acquisto in misura ridotta, pari al 4%;
– esenzione dal bollo auto (si tratta di un’esenzione perpetua, non limitata alle prime annualità);
– esonero dal pagamento dell’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.
Gli incentivi sono validi non solo per le autovetture, ma anche per alcuni autoveicoli specifici e per il trasporto promiscuo, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo e specifici. Oltrechè per l’acquisto, i benefici possono essere fruiti anche per la riparazione.
Non tutti i disabili possono usufruire delle agevolazioni, ma solo le seguenti categorie:
– sordi e non vedenti;
– portatori di handicap grave secondo la Legge 104 [1], qualora si tratti di disabili psichici o mentali titolari d’indennità di accompagnamento, o di disabili affetti da pluriamputazioni, o con capacità di deambulazione notevolmente limitata;
– soggetti disabili con capacità motorie ridotte o assenti.
Le spese possono essere detratte anche dal familiare che ha fiscalmente a carico il disabile(il reddito non deve superare 2.840,51 Euro).

Detrazione Irpef per figlio disabile a carico
Qualora si abbia prole a carico con handicap grave secondo la Legge 104, la detrazione Irpef per figli a carico spettante è aumentata di 400 Euro. Ciò vuol dire che la detrazione base, per il figlio minore di 3 anni, sarà pari a 1.620 Euro anziché 1.220, e , se di età pari o superiore a 3 anni, sarà di 1.350 Euro anziché 950.
Resta fermo l’aumento di 200 Euro della detrazione per ciascun figlio a carico, nel caso in cui siano superiori a tre.

Deduzione dal reddito delle spese mediche generiche e di assistenza specifica
Un altro beneficio, valido sia per i disabili, che per gli eventuali familiari che li abbiano a carico, è l’integrale deduzione dal reddito delle seguenti voci:
– spese mediche generiche (come, ad esempio, l’acquisto di medicinali);
– spese di assistenza specifica. Rientrano nella categoria l’assistenza infermieristica e riabilitativa, le prestazioni fornite dal personale in possesso della qualifica di OSS, addetto all’assistenza di base, coordinatore delle attività assistenziali di nucleo, educatore professionale, addetto all’attività di animazione e di terapia occupazionale.

Detrazione dall’Irpef delle spese sanitarie per i disabili
Beneficiano di una detrazione del 19% dall’Irpef:
– le spese mediche specialistiche sostenute per il disabile;
– l’acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione;
– acquisto di poltrone per inabili e minorati, di apparecchi correttivi e di ulteriori ausili specifici.
Anche in questo caso, tali spese possono essere detratte sia dal soggetto portatore di handicap, che dai familiari che lo hanno a carico.

Detrazione dall’Irpef dei costi per l’abbattimento delle barriere architettoniche
L’eventuale adattamento di un ascensore, la costruzione di rampe, ed interventi assimilabili, beneficiano della detrazione al 36% (40% nel 2015)per ristrutturazione edilizia: la detrazione al 19% può essere richiesta soltanto sull’ipotetica eccedenza della quota di spesa per la quale è stata già domandata la riduzione per ristrutturazione edilizia.
Come sopra, la detraibilità è valida per il parente che ha in carico il disabile, o, in alternativa, per il soggetto stesso.

Detrazione Irpef dei costi di assistenza per i soggetti non autosufficienti
Quando una persona non è in grado di compiere autonomamente le azioni della vita quotidiana, è considerata non autosufficiente. Qualora la non autosufficienza risulti da certificazione medica, potrà decurtare il 19% delle spese per la sua assistenza, sino ad un massimo di 2.100 Euro l’anno, se il suo reddito non supera 40.000Euro. L’agevolazione, fruibile anche dai familiari che hanno a carico il disabile, può essere cumulata con la deduzione dei contributi versati ai lavoratori domestici (nella misura massima, ricordiamo, di 1.549,37 euro).

Agevolazione Legge 104 per l’acquisto di pc e sussidi informatici
Sono previsti degli incentivi per l’acquisto di mezzi tecnici ed informatici a beneficio dei portatori di handicap grave secondo la Legge 104.
Le apparecchiature devono essere atte a facilitare la comunicazione, l’elaborazione scritta o grafica, il controllo dell’ambiente, l’accesso all’informazione ed alla cultura.
Sono agevolabili, ad esempio, computer, modem, fax, telefoni con vivavoce, tablet, etc.
I benefici sono, nel dettaglio:
– detrazione dei costi al 19% dall’Irpef;
– applicazione dell’Iva agevolata al 4%.

Altre agevolazioni fiscali per disabili Legge 104
Ricordiamo, tra i residui benefici, l’agevolazione forfettaria per l’acquisto ed il mantenimento di un cane guida, l’esenzione dalla tassa sulle imbarcazioni, il trattamento di vantaggio sull’imposta sulle successioni e le donazioni (franchigia pari a Euro 1.500.000), aliquota Iva al 4% per l’acquisto di prodotti editoriali specifici (con supporti audio o scrittura braille).


Nessun commento: