giovedì 28 aprile 2016

Primo maggio di lotta con la Cub

LE INIZIATIVE DI LOTTA DELLA CUB PER IL PRIMO MAGGIO

4 commenti:

Diego Bossi ha detto...

Benissimo per lo sciopero con presidio e volantinaggio al nuovo centro commerciale di Arese, luogo simbolo della produzione della provincia di Milano ridotto a tempio del consumo sfrenato.
Riguardo alla manifestazione del pomeriggio, apprendo di questa scelta calata dall'alto e su cui non ho avuto modo di esprimermi, quindi, lo faccio ora: non condivido questa scelta. Non la condivido per il semplice motivo che divide i lavoratori anziché unirli. Il primo maggio è una delle poche occasioni che abbiamo - specialmente noi attivisti - di incontrarci tutti insieme, di parlare, di scambiarci informazioni ed esperienze, cosa che credo sia importante. A questo aggiungo che l'appuntamento con la May day era ormai una consuetudine consolidata e la CuB - LA NOSTRA CUB! - abbia avuto un ruolo di primo piano nell'organizzazione di questo evento.
Apprendo inoltre che i compagni del Si Cobas, partiranno da piazzale Loreto. Bene, a Milano quindi ci saranno tre cortei del sindacalismo conflittuale, alla faccia della "continuità con lo sciopero generale del 18 marzo...".
Le motivazioni? Sarebbe carino conoscerle, magari si poteva allegarle alla decisione prima di calarla dall'alto. Così, giusto per...
Io dopo Arese sarò alla May day (piazza XXIV maggio).

Chi vuole esprimere il suo parere può farlo qui, misero spazio di democrazia postuma.

Matteo Moroni ha detto...

Da quando sono iscritto alla ALLCA CUB la May Day si è sempre svolta il Piazza XXIV Maggio quindi per me è una " Piazza importante " dove poter incontrare lavoratori e lavoratrici di altri settori ma sopratutto di altri sindacati di base come il MIO .ancora una volta ahimè ci tocca assistere a quello che , prima dello sciopero generale dove ci si diceva TUTTI UNITI PER UN UNICO OBIETTIVO avevo previsto , cioè l'ennesima e sciagurata voglia di essere i primi i migliori anche fra i NOSTRI SINDACATI DI BASE. credo che cosi non si vada da nessuna parte anzi si crei anche fra chi crede ancora che il sindacato sia uno strumento di lotta tanta delusione e sconforto.
E' vero , alcuni prendono la MAY DAY come una passeggiata per farsi una birra in compagnia e non un momento di unione delle nostre forze ( che a differenza dei 3 porcellini non sono tantissime ) ma non per questo dobbiamo sminuire l'importanza dell'evento andando chi in una piazza piuttosto che in un altra.
UN ATTIVISTA DELUSO

Anonimo ha detto...

la mayday che seguo da più di dieci anni non è più quell'evento da oramai 4/5 anni , l anno scorso , a causa di 20 pirla, si è ritorta contro , nonostante le nostre buone ragioni no expo.Si è trasformata in una parata di centri sociali , in cui ognuno doveva mostrare di esistere , riuniti ma nettamente divisi in un corteo.Anche all'interno della cub vi erano posizioni diverse , tra chi voleva proseguire e chi voleva trasformare il primo maggio in un evento in grado di dare voce a chi la voce non è in grado di farla sentire, ai curdi , alle etnie disperate che arrivano da noi e vengono presi a calci nel sedere.Magari come per tutte le decisioni c'è chi non sarà daccordo,fortunatamente per adesso siamo ancora uomini liberi , per cui nel pomeriggio chi vuole andare alla mayday o al corteo sicobas oppure al presidio in centrale , la cosa importante è partecipare e non stare a casa in silenzio. AUGURO A TUTTI un BUON PRIMO MAGGIO di lotta (mattina ad arese) e pomeriggio ognuno come puo e vuole.
Gio Cippo

Filippo Sutera ha detto...

VOLANTINO FLAICA CUB

FEDERDISTRIBUZIONE ELARGISCE UN ACCONTO-ELEMOSINA DI BEN 15 EURO AI DIPENDENTI.
CGIL CISL UIL: IL RINNOVO E’ POSSIBILE SE NON SI TAGLIANO ENTI BILATERALI E FONDI ASSICURATIVI

In questi giorni sono apparsi nelle bacheche aziendali delle grandi catene commerciali volantini che spiegano la posizione delle aziende impegnate nel rinnovo del contratto di settore.
Federdistribuzione conferma la volontà di concedere un aumento salariale di 85€ nel triennio 2016-2018 che dovrebbero coprire l'aumento del costo della vita e garantire i livelli occupazionali complessivi.
Poichè cgil-cisl-uil si rifiutano di chiudere l'accordo alle loro condizioni, i padroni, erogano un aumento di ben 15 € lordi a titolo di anticipo sugli importi futuri.
L'ostacolo principale alla chiusura del contratto non è costituito dai problemi dei lavoratori bensì dal fatto che i padroni vogliono tagliare i contributi versati ai sindacati tramite gli enti bilaterali e i fondi assicurativi.
In questi ultimi due anni tutte le grandi catene hanno rinnovato i contratti aziendali, peggiorandoli sempre, firmando accordi che abbassavano sensibilmente condizioni e diritti dei lavoratori e usando la mobilità per ridurre sensibilmente i livelli occupazionali.
Basta ricordare la mobilità in Auchan e in Metro o l'ultimo accordo Esselunga approvato con il voto contrario del 40% dei lavoratori malgrado il pesante intervento dell'azienda.
La FlaicaUniti CUB respinge al mittente questi aumenti ridicoli, e chiede ai lavoratori di aprire finalmente gli occhi e di cominciare ad organizzarsi e a lottare per difendere i propri diritti ed il proprio salario.
Una risposta forte e collettiva può partire ridefinendo precisi obiettivi a partire da:
• Forti aumenti salariali
• Abolizione del lavoro domenicale e festivo obbligatorio
• Divieto di apertura dei centri commerciali nei giorni di festività nazionale
• Democrazia sindacale con il ripristino di libere elezioni aperte a tutti i sindacati
• Abolizione immediata degli Enti Bilaterali e di tutti i prelievi coatti.
PASSA DALLA TUA PARTE … PASSA ALLA CUB
PARTECIPA ALLO SCIOPERO DEL 1 MAGGIO CONTRO IL FESTIVO