sabato 20 settembre 2014

Rompiamo il silenzio sull'endometriosi

Pubblichiamo questi due contributi su youtube realizzati dalle donne del comitato IO HO L'ENDOMETRIOSI.

Le lavoratrici e i lavoratori CUB, collaborano con le donne del comitato IO HO L'ENDOMETRIOSI per rompere il silenzio su questa malattia cronica e invalidante che affligge TRE MILIONI DI DONNE in Italia.











19 commenti:

gabriella domizio ha detto...

Ciao, sono una donna ammalata di endometriosi, malattia cronica e spesso purtroppo invalidante.Grazie di cuore per l'attenzione che ponete sulla nostra patologia,fare una corretta informazione è importante.

Diego Bossi ha detto...

Ciao Gabriiiiii, anzitutto grazie per aver risolto i problemi tecnici di questo blog: se questo post si vede correttamente dai cellulari lo dobbiamo a te! Poi grazie a voi del comitato IO HO L'ENDOMETRIOSI per quello che fate nonostante quello che sopportate. L'endo è un problema anche nostro, delle nostre famiglie, dei nostri affetti; un problema di oggi come del futuro.
Al vostro fianco! Sempre!
Ti abbraccio cara...

Matteo Moroni ha detto...

Ciao Gabriella piena solidarietà a te e a tutte le donne che soffrono di questa patologia. Un abbraccio

gabriella domizio ha detto...

:) Di nulla è stato un piacere dare un piccolissimo aiuto,specie a voi che vi date tanto da fare per tenere accessa l'attenzione sulla nostra malattia,siete veramente tanto solidali. Grazie!

Anonimo ha detto...

Grazie Gabriella, grazie Diego. Informazione e concretezza sono le cose che servono per cambiare la condizione di vita di tante donne.

Anonimo ha detto...

scusate, ho scritto sopra con anonimo perchè son poco tecnologica. Mi chiamo Silvia Tosco :)

Diego Bossi ha detto...

Ciao Silvia che piacere conoscerti!
Più avanti ho intenzione di andare a Torino perché una nostra collega di sindacato è interessata ad attivarsi anche lei per questa campagna informativa... magari sarà una buona occasione per incontrarci...
Ti abbraccio Silvia!

Demetria Salis ha detto...

Gazie a voi che ci state dando supporto e solidarietà...non saremo più sole e invisibili... un abbraccio Demi

Diego Bossi ha detto...

Ciao Demi, faremo questo percorso per uscire dal silenzio tutti insieme. Più saremo e più forte sarà la nostra voce!
Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Onorata, sono di Cuneo, ma a Torino ci arrivo in un attimo!

Silvia Tosco...anonima :)

Diego Bossi ha detto...

Cuneo?! Fantastico! Noi siamo in collegamento con i lavoratori della Michelin... a luglio eravamo lì.
Se torniamo da quelle parti ti faccio sapere..
Sono in contatto con Valentina giornalmente quindi avrai modo di essere aggiornata sugli sviluppi. .

Alma Volley ha detto...

Siete davvero fantastici!!!
Grazie mille per tutto ciò che state facendo per noi...siete da ammirare per la vostra solidarietà!
Noi ce la metteremo tutta per far sì ke questa malattia venga riconosciuta come tale e nel fare giusta informazione...e con il vostro prezioso aiuto ci sentiamo più forti!!!
GRAZIE!
Alessia da Napoli :-)

Diego Bossi ha detto...

Grazie a te, Alessia. Le tue parole rendono più forti tutti noi!

Deanna ha detto...

Grazie Diego, e a voi tutti, da una di tre milioni con dolore cronico e prossima ad una operazione demolitiva... Grazie perchè siamo abituate ad essere derise voi ci comprendete e fa tanto bene al cuore! Deanna

valentina de paolis ha detto...

Grazie a Diego e a tutta la cub che hanno acceso i rifletori su questa malattia. Grazie per la disponibilita e sensibilita da sempre dimostrata,sono convinta che solo collaborando e informando si possa ottenere qualcosa in ogni campo.

Diego Bossi ha detto...

Ciao Deanna, ciao Vale,
sabato allora iniziativa della fondazione Isal "cento città contro il dolore".
Deanna noi ci si vede a Milano..

Vi abbraccio

letizia varone ha detto...

Ciao, sono Letizia, dal Molise, una regione sperduta del centro Italia, dove l'endometriosi non è conosciuta, anzi, mi è stato detto qualsiasi cosa, mi sono state fatte diagnosi sbagliate da medici incompetenti, senza ascoltarmi! è bellissimo che ci sia molta più informazione dall'inizio! Io sono stata sempre seguita da ginecologici non esperti in questa malattia, adesso da circa un mese sono seguita da un medico esperto in questa patologia, Sono sempre convinta che siamo più di tre milioni a soffrire di questa patologia, quando posso, parlo di questa patologia a tutte le mie amiche! Ed infatti qualcuna di loro ha scoperto di essere malata anch'essa, quindi sono convinta che fare una corretta informazione sia molto positivo! Grazie a voi e al comitato IO HO L'ENDOMETRIOSI!

Diego Bossi ha detto...

Ciao Letizia,
mi trovo in sintonia con te, anche io credo che siano molto più di tre milioni. Se incrociamo i due dati: tre milioni di casi diagnosticati e 7 anni in media dai primi sintomi alla diagnosi, si evince che il numero reale di diffusione di questa malattia sia molto più ampio, perché ai casi accertati dobbiamo sommare tutte quelle donne che in questo momento stanno combattendo con L'endometriosi senza sapere di averla.
Di qui muove l'urgenza e l'importanza di una corretta informazione.
Cara Letizia abbiamo molta strada da fare e la faremo tutti insieme. Non sentirti sola.
Ti abbraccio

Stefania DC ha detto...

ciao mi chiamo Stefania, 40 anni, sono della provincia di Frosinone ed HO L'ENDOMETRIOSI...sono stata operata nel 2007 e mi asportarono ovaio e tuba destra. dal 2007 al 19 agosto seguita da due ginecologi della provincia di frosinone, che lavorano in due strutture ospedaliere diverse...da uno mi facevo controllare a gennaio, dall'altro a giugno. tutti e due a visita mi divevano "tutto ok stefy". all'ultima vistita, del 21 luglio 14, il ginecologo durante l'eco mi dice "stefy hai delle aderenze all'ovaio destro"...ma che diavolo ha visto, ho pensato, io l'ovaio destro non ce l'ho?????....ho cambiato ginecolo al volo...vado a visita il 20 agosto e mi dice che ho una ciste a sinistra di almeno 3 cm...mi richiede una rmn...fatta questa mi è stata diagnosticata Ho una placca di endometriosi profonda che si estende dalla parete posteriore del corpo uterino all'apice del setto retto vaginale, con interessamento dei fornici posteriori e laterali per un estensione complessiva di circa 43mm con spessore di 26mm e diametro trasverso di 40mm con infiltrazione della parete intestinale. Legamenti utero sacrali inglobati nella placca. Presenza di strie aderenziali che raggiungono il tratto medio del sigma e del colon cieco, in adiacenza ai nervi ischiatici. Uretere sinistro è attratto medialmente a strie fibroaderenziali adiacenti alla placca... IN LISTA DI ATTESA PER INTERVENTO...