lunedì 11 gennaio 2016

comunicato donne in lotta No Austerity

SOLIDARIETA’ ALLE LAVORATRICI DELLA COOPERATIVA ONE SERVICE

Ci risiamo! Ancora una volta il padrone di una cooperativa del settore della logistica reprime in maniera brutale la lotta di un gruppo di lavoratrici che si sono mobilitate per difendere i loro diritti e quelli dei/delle loro compagni/e di lavoro. Una lotta avviata diversi mesi fa, in uno scenario di sfruttamento purtroppo ormai tristemente noto, all’interno di un contesto aziendale, quello delle cooperative, utilizzato esclusivamente per aggirare le regole del mercato del lavoro ai danni dei lavoratori: anche in questo caso i lavoratori (per la maggior parte donne immigrate) hanno vissuto il ricatto della precarietà del posto di lavoro, subendo per diverse volte i cambi fittizi della cooperativa per cui lavorano, con conseguenti mancati scatti di anzianità e adeguamenti contrattuali, oltre a paghe orarie non in linea con il CCNL di riferimento.

Dopo lunghe trattative tra la cooperativa One Service e le lavoratrici appartenenti al Si.Cobas, si è arrivati al riconoscimento della rappresentanza Si.Cobas nel magazzino della cooperativa e dei livelli salariali così come previsti dal Contratto Nazionale di categoria.
Eppure improvvisamente il padrone ha deciso di non rispettare quanto previsto dall’accordo, allo stesso tempo allontanando le lavoratrici che più si erano esposte nella lotta. Quest’ultima decisione è stata presa senza nemmeno rispettare quanto viene, colpevolmente, consentito ai padroni da leggi e contratto: nessun provvedimento formale è stato preso nei confronti delle lavoratrici, ma solo un ordine verbale di allontanarsi immediatamente dal posto di lavoro e di non presentarsi più. Senza alcuna spiegazione, anche a fronte delle richieste delle lavoratrici e del rappresentante Si.Cobas.

Le Donne in lotta del Coordinamento No Austerity esprimono la loro solidarietà alle lavoratrici allontanate ingiustamente dal posto di lavoro e invitano tutti a partecipare alla giornata di mobilitazione per rafforzare una lotta che è esemplare di quali conseguenze comporti il coraggio di affermare il rispetto dei propri diritti.

 Chi colpisce una colpisce tutte!

No all’arroganza padronale!

Lotta fino alla vittoria!


Donne in lotta – No Austerity

Nessun commento: