domenica 16 marzo 2014

Petizione del Coordinamento Cub Pirelli Bollate per la parità di diritti e condizioni di rappresentanza: ottenute 207 firme su 370 dipendenti!

Bollate, 9 settembre 2013


PETIZIONE DEI LAVORATORI PIRELLI DI BOLLATE

Per diritti e condizioni di rappresentanza uguali tra le organizzazioni sindacali costituenti la RSU.


In veste di lavoratori iscritti alla ALLCA-CUB, dipendenti dello stabilimento Pirelli di Bollate,

ESPRIMIAMO il nostro disappunto, nell’assistere alla palese disparità delle condizioni di rappresentanza tra le diverse organizzazioni sindacali, liberamente e regolarmente elette, costituenti la RSU.
Tali disparità – ci sentiamo di aggiungere – disattendono le più elementari e universali regole della democrazia.


CREDIAMO, anche in ragione della recente sentenza 231/2013 della Corte Costituzionale, dichiarante l’illegittimità nel riconoscere i diritti di rappresentanza ai soli sindacati firmatari,  che gli effetti del nostro voto, in occasione del rinnovo della RSU, debbano tradursi parimenti per tutti i soggetti sindacali presenti nella stessa; ossia, che venga riconosciuto a tutti i lavoratori/elettori, il diritto ad avere, in proporzione al consenso elettorale da loro emanato, uno o più delegati, a loro volta assistiti dalle rispettive organizzazioni sindacali, in tutte le sedi di trattativa e assembleari; ovvero in tutte le occasioni inerenti alla legittima attività sindacale.

BIASIMIAMO la decisione dell’azienda di escludere, di fatto, la ALLCA-CUB dai tavoli di trattativa e informativi, come nelle assemblee dei lavoratori, non ammettendo la presenza, nelle sedi trattanti, del segretario provinciale della soprascritta organizzazione, e vietando il suo ingresso nei locali aziendali.


Coordinamento CUB Pirelli Bollate




I sottoscritti lavoratori chiedono alla Direzione che sia acconsentito l’ingresso nel territorio aziendale al funzionario della ALLCA-CUB, e che lo stesso possa partecipare a trattative e informative a ogni livello, relative allo stabilimento di Bollate.


Chiedono altresì, alle segreterie provinciali di FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILCEM-UIL di farsi carico delle suddette istanze con la dirigenza Pirelli.

Nessun commento: