sabato 31 ottobre 2015

ENDOMETRIOSI a Livorno importante avvenimento da non perdere



SIAMO SCHIAVI CHE AMANO RESTARE SCHIAVI


Ti sei mai chiesto perché nessuno reagisce di fronte all’infame ondata di oppressione e abuso di ogni tipo che stiamo subendo? Non rimani perplesso del fatto che non succede assolutamente nulla, viste le tante rivelazioni di casi di corruzione, ingiustizia, ruberie e prese in giro della legge e della popolazione in genere, alla quale si è rubato letteralmente il presente e il futuro? Ti sei mai chiesto perché non scoppia una rivoluzione di massa e perché tutti sembrano essere addormentati e ipnotizzati?
In questi ultimi anni ogni tipo di informazioni che dovrebbe aver danneggiato la struttura del Sistema fino alle sue fondamenta, è stata resa pubblica, eppure questa stessa struttura continua a essere intatta senza neppure un graffio superficiale.
Questo rende palese un fatto veramente preoccupante che sta sotto il nostro naso e al quale nessuno presta attenzione.

LA POSTA IN GIOCO di Marco Bersani (Attac Italia)

E’ partita lunedì scorso la privatizzazione di Poste Italiane, che verrà realizzata attraverso la collocazione sul mercato di azioni della società corrispondenti a poco meno del 40% del capitale sociale. L'obiettivo dichiarato dal governo Renzi è l'incasso di circa 4 miliardi da destinare alla riduzione del debito pubblico. Già da questa premessa emerge il carattere ideologico dell'operazione: l'incasso di 4 miliardi di euro comporterà, infatti, un drastico calo del nostro debito pubblico dall'attuale vertiginosa cifra di 2.199 miliardi di euro (dati Banca d'Italia, fine luglio 2015) alla cifra di 2.195 miliardi (!).

mercoledì 28 ottobre 2015

I ROBOT CI RUBERANNO IL LAVORO? ERA ORA!

E’ veramente stupefacente che pur disponendo di sofisticate automazioni e di complessi algoritmi d’intelligenza artificiale gli esseri umani dedichino ancora così tanto tempo al lavoro.
Ancor più sensazionale però, è il fatto che gli stessi lavoratori temano a tal punto di rimanere disoccupati, da sperare che i processi produttivi non vengano automatizzati.

CONTRO L' ATTACCO DI GOVERNO E PADRONI: UNIFICARE LE LOTTE!!!

I lavoratori della Logistica e Autotrasporto del Si Cobas-ADL Cobas hanno indetto due giornate di sciopero per il 29-30 ottobre per conquistare il loro Contratto Nazionale di Lavoro, contro l'aziendalizzazione dello stesso voluta da Confindustria, d'accordo col governo Renzi. Togliere il Contratto Nazionale per sostituirlo con salario legato alla produttività aziendale vorrebbe dire infatti dividere i lavoratori da azienda ad azienda, escludendo tra l'altro quella maggioranza di essi che lavorano nelle piccole imprese. La Piattaforma, approvata dai lavoratori in assemblea, prevede aumenti del 5% del salario, riduzione d'orario a 37,5 settimanali a parità di salario, la generalizzazione dell' indennità mensa ed altri miglioramenti normativi, in una categoria schiavizzata da padroni, ditte appaltatrici, caporalato, collusioni di ogni sorta. Con tale iniziativa SI Cobas-ADL Cobas dichiarano inoltre esplicitamente l' opposizione al Jobs Act del governo, alla truffa dell' “Accordo di Rappresentanza”, ad ogni tentativo di limitare il diritto di sciopero.

Le due giornate di lotta sono particolarmente significative perché cadono in un momento in cui, nonostante la scadenza di molti contratti pubblici e privati, i sindacati di regime (CGIL-CISL-UIL) ben si guardano da prendere decise iniziative in merito. Anzi firmano in sordina Contratti-capestro come quello dei chimici... Significativo è anche il fatto che, nonostante il noto atteggiamento delle Centrali Sindacali, lo sciopero abbia avuto il sostegno dei Ferrovieri CUB Trasporti e CAT, a loro volta in agitazione nei giorni 23-24-25, e per questo precettati dal governo!

domenica 25 ottobre 2015

La Schiavitù del Lavoro di Daniele Reale

Chi sono gli uomini-pecora e come riconoscerli



 

Avete mai avuto la sensazione di essere circondati da automi, persone che si limitano ad imitare la vita, senza viverla realmente?


Qualcuno li chiama uomini-pecora, cioè gente che si è adattata particolarmente bene a vivere in funzione del ruolo che il sistema ha cucito loro addosso: lavorare/consumare /obbedire.

Sono stati programmati per essere docili, stupidi e facilmente comandabili. Sono particolarmente entusiasti nel seguire la cultura che ci ha condotti fin qui, ed amano fondere se stessi nel pensiero e comportamento di gruppo.
Colpevolmente disinformati, sono prevedibili, obbedienti, ingenui ed incapaci di mettere in discussione qualsiasi concetto sia stato loro inculcato dall'alto. Costoro si schierano sempre dalla parte della cultura dominante e delle dinamiche da stato di polizia da cui sono schiavizzati. Riescono a concentrarsi realmente solo sulle mansioni che sono state loro assegnate, in cambio dell'illusione di vivere in 'sicurezza.'

giovedì 22 ottobre 2015

Articolo del Corriere di Sesto

AMIANTO, NUOVA UDIENZA DEL PROCESSO A EX DIRIGENTI PIRELLI A MILANO
Dal Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:
“L’udienza di lunedì è stata caratterizzata dall’arringa difensiva dell’avvocatessa di PIRELLI TYRE SPA e Pirelli & C. .S.p.A. contro le ultime 2 parti offese e le associazioni costituitesi parti civili (Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio, Medicina Democratica, Associazione Italiana Esposti Amianto e Camera del Lavoro di Milano). Le altre parti civili istituzionali INAIL, ASL Milano, Regione Lombardia, erano già uscite dal processo nelle scorse udienze dopo aver raggiunto transazioni e accordi economici con la Pirelli attratti dai soldi del padrone.

2.500 euro per chiudere vertenza sul lavoro: arrestati 2 sindacalisti Cisl

Si sono fatti dare 2200 euro da unristoratore di Marcianise, nel casertano, per chiudere bonariamente una vertenza sindacale che l’imprenditore aveva con una propria dipendente. Per questo motivo due sindacalisti della Cisl-Fisascat, la Federazione Italiana Addetti servizi commerciali, affini, turismo diCaserta, sono finiti agli arresti domiciliari su ordine del gip delTribunale di Santa Maria Capua Vetere: si tratta Andrea Ventriglia eGiuseppe Caccavale. I due erano stati fermati in flagranza di reato dai carabinieri di Marcianise, lo scorso 15 ottobre, poco dopo aver intascato la somma dall’operatore economico. L’imprenditore, stanco delle continuerichieste illecite dei due sindacalisti, iniziate nel settembre scorso, aveva infatti denunciato tutto agli investigatori dell’Arma guidati daNunzio Carbone, che si sono così presentati all’appuntamento concordato tra gli indagati e la vittima per la consegna del denaro. Dalle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, è emerso che Ventriglia eCaccavale non solo avevano chiesto alristoratore una somma più alta, pari a 3000mila euro, poi ridotta, come pagamento per l’illecita mediazione, ma avevano minacciato l’uomo e il suo consulente del lavoro di ostacolare l’attività lavorativa attraverso scioperi eriunioni sindacali la domenica, e prospettando ispezioni da parte dell’ispettorato del Lavoro. I due arrestati, è emerso, avrebbero chiesto inoltre all’imprenditore anche di convincere i propri dipendenti a iscriversi alla Fisascat. Il segretario generale della Cisl di Caserta, Giovanni Letizia, ha annunciato «la sospensione, avvenuta subito dopo il fermo dei giorni scorsi da parte della Federazione, di Ventriglia e Caccavale, che sono due collaboratori dellaFisascat e non ricoprono incarichi direttivi».



mercoledì 21 ottobre 2015

dal documento di Donne in Lotta - No Austerity

INAIL: IN ITALIA UN ESERCITO DI BABY LAVORATORI, QUELLI PIÙ A RISCHIO SONO TRENTAMILA

In Italia un piccolo esercito di 260.000 lavoratori under 16 che, invece di andare a scuola, ogni giorno si guadagna da vivere lavorando complessivamente oltre un milione di ore. Alcuni degli impieghi più diffusi: commessi, baristi, parrucchieri, ma anche braccianti agricoli, meccanici di officina, manovali nei cantieri.
A tracciare il loro identikit è l’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss), che bolla il fenomeno dei baby lavoratori come un vero e proprio “furto dell’infanzia, da condannare senza se e senza ma”.

DAL SITO INMARCIA.IT PENSIONI FERROVIERI: LETTERA APERTA AL GOVERNO RENZI

LA BOZZA DELLA LEGGE DI STABILITA' PREDISPOSTA DAL GOVERNO HA
ESCLUSO NUOVAMENTE I FERROVIERI DALLA DISCIPLINA DELLE 'ARMONIZZAZIONI'
ALLA LUCE DI QUESTA ULTERIORE INGIUSTIZIA ABBIAMO INVIATO QUESTA LETTERA AL PRESIDENTE

martedì 20 ottobre 2015

INVITO A DESISTERE? PREFERIAMO RESISTERE!

Con una missiva del 16 ottobre 2015 il ministero dei Trasporti ci ha "INVITATO A DESISTERE" dallo Sciopero Nazionale Ferroviario del 24/25 ottobre e dallo Sciopero del comparto aereo in WFS Ground Italy del 24 ottobre negli scali di Linate e Malpensa; con la motivazione di salvaguardare EXPO.

lunedì 19 ottobre 2015

Appello contro il Vertice NATO di Firenze del 25/26 novembre

Firenze si prepara ad ospitare un vertice NATO aperto ai paesi del Mediterraneo, il Gruppo speciale Mediterraneo e Medio Oriente (Gsm) dell’Assemblea parlamentare della Nato. La Firenze, tante volte demagogicamente descritta come città ambasciatrice di pace, la Firenze di La Pira, la Firenze che, diciamo noi, si è mobilitata tante volte contro le guerre, sarà al centro di un vertice dello strumento di guerra per eccellenza: la NATO.

domenica 18 ottobre 2015

La resa lampo di Cgil-Cisl-Uil sui contratti

Viene in mente il primo accordo alla Chrysler tra Marchionne e il sindacato dell'auto, quello firmato in un giorno e poi bocciato dai lavoratori. In ventiquattr'ore di incontri la Federchimica e i sindacati chimici di CGILCISLUIL hanno firmato il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. L'accordo è avvenuto mentre il presidente della Confindustria rendeva noti cinque punti pregiudiziali degli industriali per la "riforma" dei contratti.

venerdì 16 ottobre 2015

Due minuti al tavolo e i chimici firmano il contratto della restituzione

Siamo stati facili profeti ieri nel sottolineare come le dichiarazioni di Squinzi erano la rappresentazione pubblica di accordi già raggiunti in sedi informali e che avrebbero accelerato i tavoli contrattuali, magari proprio quello dei chimici, da sempre apripista nella manomissione del modello contrattuale. Così è stato. Il tempo di un caffè e i chimici chiudono una trattativa appena

mercoledì 14 ottobre 2015

Melfi. La dignità non ha sesso. Solidarietà alle operaie - Lettera dei lavoratori alle colleghe di FCA

Alle colleghe della FCA di Melfi
Alla direzione aziendale
Agli organi di informazione
I lavoratori della FCA di Melfi sostengono con determinazione la battaglia intrapresa dalle colleghe

63° giornata delle morti sul lavoro. 3.7% in più. Molti gli ultrasessantenni

Dall’Osservatorio Indipendente Morti sul Lavoro di Bologna, curato da Carlo Soricelli.


http://www.articolo21.org/2015/10/63-giornata-delle-morti-sul-lavoro-3-7-in-piu-molti-gli-ultrasessantenni/


Oggi è la 63° celebrazione giornata che l’ANMIL tutti gli anni mette in campo per ricordare le morti sul lavoro. Ma come curatore dell’Osservatorio Indipendente di

Ipab San Camillo di Vicenza Ottobre 2014-Ottobre 2015 ad 1 anno dalla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori.


In questi giorni assistiamo ad un crescendo di dichiarazioni, attraverso gli organi d’informazione locali e nazionali, sui gravissimi fatti che sembra siano accaduti alla casa di riposo per persone non autosufficienti  Ipab-San Camillo di Vicenza, in particolare sul video diffuso nel web che mostrava vermi fra le bende con cui era stato medicato un ospite dell’Ipab San Camillo , conseguenza di ipotesi di gravi carenze organizzative e di assistenza.




E’ passato un anno da quando il Coordinamento No Austerity ha portato la sua solidarietà alla lotta dei lavoratori, ma soprattutto delle lavoratrici, dell'Ipab-San

lunedì 12 ottobre 2015

Solidarietà delle realtà aderenti al coordinamento No Austerity a Nara Cladera

Le realtà che aderiscono al coordinamento No Austerity esprimono la loro solidarietà a Nara Cladera, arrestata e incarcerata con l'accusa di "associazione a delinquere", solo per aver ospitato un amico, definito dalla stampa "figlio del capo storico dell'Eta". Ripudiamo con sdegno questo arresto, che è

sabato 10 ottobre 2015

Cub Scuola Università Ricerca Torino


Oggi venerdì 9 ottobre alle ore 9:00 di fronte al palazzo dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte si sono ritrovati gli educatori precari dei convitti del torinese per un presidio soprattutto per porre all'amministrazione la grave situazione determinata mancanza di posti per i

No all'arresto di Nara!

La solidarietà, l’aiuto reciproco, l’ospitalità, l’amicizia non sono delitti!

Nara Cladera, insegnante a Aspe (dip. dell'Alta Garonna) e militante di SUD Education [Union Syndicale Solidaires], è stata arrestata e incarcerata martedì 6 ottobre, mentre la sua casa è stata perquisita; questo nell'ambito di una rogatoria emessa da un GIP

mercoledì 7 ottobre 2015

COMUNICATO STAMPA DI SOLIDARIETÀ DELLA CUB


comunicato NO AUSTERITY COORDINAMENTO DELLE LOTTE di solidarietà ai 5 dirigenti sindacali denunciati

DENUNCIATI CINQUE DIRIGENTI SINDACALI PER PROTESTA CONTRO L'EXPO. SOLIDARIETÀ!

Nella giornata di lunedì 5 Ottobre, la segretaria della Cgil Susanna Camusso compie la sciagurata scelta di convocare il direttivo nazionale del proprio sindacato in un padiglione dell'expo di Milano, luogo simbolo della devastazione ambientale e del lavoro precario e gratuito, laboratorio delle nuove

lunedì 5 ottobre 2015

Fiat Pomigliano/Nola: IL GRANDE BLUFF DI MARCHIONNE

BOCCIATO DAI LAVORATORI DELL’AUTO STATUNITENSI MARCHIONNE PROSEGUE
INDISTURBATO DA 7 ANNI E 7 MESI A POMIGLIANO E NOLA,

Articolo di Aurelio Macciò sinistra anticapitalista

Marchionne e il sindacalismo collaborativo bocciati dai lavoratori dell’auto negli Usa

Una importante notizia ci giunge da oltreoceano.

I lavoratori e le lavoratrici del settore auto negli USA hanno sonoramente bocciato a grande maggioranza, con il 65% di no nelle votazioni che si sono svolte nei giorni scorsi nelle diverse sezioni locali del sindacato UAW (United Auto Workers), l’ipotesi

domenica 4 ottobre 2015

VOLANTINO CUB SANITA' SALERNO

850 CRIMINALI?

Nell’Ospedale Ruggi abbiamo assistito al progressivo sfruttamento dei lavoratori di corsia, in grave sotto-organico, con sovraccarico di lavoro, straordinari obbligatori, turni incalzanti, salari miserrimi (pare di stare alla Fiat di Marchionne).

venerdì 2 ottobre 2015

La torta in faccia a Susanna Camusso - Dal sito Contropiano.org

Questa torta va a Susanna Camusso e viene dai lavoratori di Expo, che con paghe di fame - pochi - o facendo tutto gratis - tanti - fanno funzionare quella baracca.

L’ultima corvée si chiama «baratto amministrativo»

Articolo di Marco Bascetta (ILMANIFESTO 01.10.2015)

Lavoro gratuito. Se si ammette lo scambio diretto tra il lavoro e un debito che non può essere pagato, si attenta alla libertà della persona. Come nella Francia. Prima della rivoluzione.
Capita oggi con lo «Sblocca Italia»

La macchina infernale del lavoro gratuito, saldamente piantata nel cuore del sistema-paese, si va arricchendo di un settore molto promettente nella sostituzione di quello

giovedì 1 ottobre 2015

Dossier informativo per la campagna "STOP TTIP" - A cura di Marco Fantechi (CUB Toscana) per il Coordinamento No Austerity


MATERIALI SULLA CAMPAGNA STOP TTIP PER IL COORDINAMENTO NO AUSTERITY
a cura di Marco Fantechi

TRATTATI DI LIBERO COMMERCIO E TRASPORTI

Si chiamano: CETA (Canada Europe Trade Agreement) ---  TPP (TransPacific Partnership) --- TTIP (Transaltlantic Trade and Investiment Partnership --- TISA (Trade In Services Agreement) sono gli accordi tra paesi per liberalizzare la circolazione delle merci, degli investimenti e dei servizi.